Si fa presto a dire: “fare rete”

Si fa presto a dire: “fare rete”

Giulio Xhaet

La capacità di networking si divide tra uno stile “becero” e uno “pulito”. E tessere relazioni può diventare una forma di comunicazione etica.

Sì fallire

Sì fallire

Giulio Xhaet

Perché si impara più da una sconfitta che da 10 vittorie. Ma solo se si ha davvero il coraggio di rischiare tutto.

Un gatto per il mondo

Un gatto per il mondo

Giulio Xhaet

La storia di Dean, un ragazzo scozzese che viveva alla giornata e che grazie a un viaggio, un animale e Instagram ha cambiato la sua vita.

Dentro il flow: agire per cambiare

Dentro il flow: agire per cambiare

Giulio Xhaet

Se il purpose è la stella polare che guida la nostra azione, il flow è l’azione stessa. O meglio, è la sensazione che proviamo quando stiamo concentrati in un’attività per noi piena di significato.

Lavoro: quanto conta il purpose personale

Lavoro: quanto conta il purpose personale

Giulio Xhaet

Cosa voglio fare davvero da grande? E soprattutto, chi voglio essere? Le domande da farsi per trovare il proprio scopo, esattamente come fa un’azienda.

I dolori della tech generation

I dolori della tech generation

Giulio Xhaet

La Silicon Valley come un luogo oscuro e il data driven come un abominio. La vita nelle start up tecnologiche nel libro di Anna Wiener tra fiction e realtà.

Giulio Xhaet

Partner e Digital Learning Strategist Newton

La mia prima "startup" è stata una rock band in cui ho suonato per dieci anni, poi la vita mi ha portato alla cultura digitale. Ho pubblicato numerosi saggi, tra cui #Contaminati e Digital Skills, e il romanzo I sogni di Martino Sterio. Oggi sono Partner e Digital Learning Strategist in Newton, dove sviluppo percorsi di innovazione per grandi aziende, e coordinatore Master Digital per la Business School Sole24Ore. Contaminare la scrittura con la formazione mi rende felice.​