La sfida ambientale della Cina

La sfida ambientale della Cina

Emanuele Bompan

Il governo cinese ha da tempo dichiarato guerra all'inquinamento, promuovendo la crescita di un'economia sostenibile e circolare. Con quali risultati?

Occupazione circolare

Occupazione circolare

Emanuele Bompan

Il mondo industriale ma anche il settore pubblico e quello dei servizi sta adoperandosi per una transizione a un modello circolare di economia, basato su riuso e riciclo, massimizzazione del valore d’uso ed estensione del tempo vita dei prodotti.

Dragone verde

Dragone verde

Emanuele Bompan

La Cina continua la sua rapida corsa alla modernizzazione, superando in alcuni casi l’Occidente. La sicurezza ambientale adesso è una sfida tutta da vincere.

Mandato di cattura per la CO2

Mandato di cattura per la CO2

Emanuele Bompan

Per fermare il cambiamento climatico serve sequestrare l’anidride carbonica dal pianeta. Una soluzione arriva dalla Carbon Smart Circular Economy che attraverso il riciclo offre una nuova speranza per dare ossigeno alla terra.

Cosa c’è dietro il water grabbing

Cosa c’è dietro il water grabbing

Emanuele Bompan

Crescita demografica, aumento dell’anidride carbonica e consumi in ascesa sono i driver della scarsità dell’acqua. Oltre alle cifre dell’emergenza ci sono comportamenti da modificare. Perché la scelta di cibo, energia e perfino vestiti fa la differenza. Affronteremo il tema del water grabbing.

Emanuele Bompan

Autore

Emanuele Bompan, giornalista ambientale e geografo. Si occupa di economia circolare, cambiamenti climatici, innovazione, energia, mobilità sostenibile, green-economy, politica americana. È direttore della rivista Renewable Matter; collabora con testate come La Stampa, BioEcoGeo, Sole24Ore, Equilibri. Autore di numerosi libri, ha un dottorato in geografia e collabora con ministeri, fondazioni e think-tank. Offre consulenza a start-up green e incubatori specializzati in clean-tech. Ha vinto per quattro volte l'European Journalism Center IDR Grant, una volta la Middlebury Environmental Journalism Fellowship ed è stato nominato Giornalista per la Terra 2015. Ha svolto reportage in 75 paesi, sia come giornalista che come analista.​​