Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Reputazione chiave del successo

Reputazione chiave del successo

Close to you

Il Gruppo Unipol impiega da anni il modello RepTrak® definito dal Reputation Institute e lo ha introdotto come indicatore non finanziario obiettivo negli ultimi due Piani Industriali.

Negli ultimi anni si è assistito ad una crescente attenzione sui temi della rendicontazione degli aspetti non finanziari dell'impresa, portando, in molti casi, a processi di convergenza tra diverse elaborazioni teoriche e sperimentazioni pratiche. La pervasività del fenomeno è sicuramente attribuibile all'introduzione di elementi di prescrittività normativa (dlgs262 ma anche Riforma del Terzo Settore), ma la profondità di analisi e lo sviluppo di pratiche innovative è stata stimolata da diverse esigenze convergenti.

Alla base vi è la diffusione crescente del pensiero integrato, dalle prime elaborazioni di nicchia dei Bilanci dell'Intangibile, che traducevano in valore economico quello immateriale, alla consapevolezza che la capacità di essere innovativa, efficiente e competitiva nel medio periodo di un'impresa dipenda dal buon governo delle connessioni tra i principali capitali, identificati in socio-relazionale, umano, intellettuale, naturale ed infrastrutturale, oltre naturalmente a quello economico-finanziario. Dimensioni difficilmente quantificabili, ancor meno monetizzabili.

Costruire pensiero integrato significa avviare un processo di change management che trasformi il modello di valutazione e decisione adottato nelle organizzazioni: per questo non sono sufficienti le policy, ci vuole molta formazione, sperimentazione e, soprattutto, bisogna cambiare le metriche di valutazione.

Per un'assicurazione, che non vende oggetti ma promesse, anzi la promessa più importante "di esserci quando le persone ne hanno bisogno", l'affidabilità è il capitale intangibile più importante. Il driver di valutazione consapevole del cliente, ma anche dell'intera comunità, è proprio la "fiducia" perché alla base di ogni promessa c'è il patto fiduciario. E la fiducia si misura in "reputazione".

Per questo il Gruppo Unipol ha deciso da anni di misurare la propria reputazione in modo strutturato presso tutti i principali stakeholder, impiegando il modello RepTrak® del  Reputation Institute - azienda globale leader nell'ambito della misurazione della reputazione aziendale - e di introdurlo come indicatore non finanziario obiettivo negli ultimi due Piani Industriali con l'impegno a raggiungere una reputazione solida prima, a conservare la leadership nel settore poi. È stato un lavoro lungo ed accurato, che ha coinvolto tutte le Direzioni aziendali, perché la comprensione e la compartecipazione sono elementi fondamentali per la sedimentazione di nuovi criteri di merito e di valutazione. Con quest'ultimo Piano industriale si è deciso di rendere esplicita la co-responsabilità di tutti i dirigenti al riguardo introducendo l'obiettivo tra i criteri della retribuzione variabile nel Bonus di lungo termine, riconosciuto al termine del triennio 2019-2021, ed erogato a partire dal 2023.

La scelta dell'indicatore è stata effettuata per valorizzare l'approccio integrato di gestione della Reputazione, volto alla costruzione/potenziamento del capitale reputazionale e alla mitigazione delle aree di rischio reputazionale, basandosi sulla solidità e criticabilità del modello con una stima della varianza futura della reputazione.

Per la costruzione della reputazione è fondamentale la trasparenza rispetto ad azioni e risultati raggiunti dall'organizzazione, ma ancor più l'immediatezza di accesso all'informazione e la completezza e comprensibilità della stessa. Per questo la Fondazione Unipolis ha deciso di sperimentare il processo di open report, attraverso il quale rendicontare in continuo attraverso internet ai propri stakeholder, dalla stessa voce degli stakeholder, l'avvicinamento agli Obiettivi che ci si prefigge con la propria Mission.


 

 

Verso un recupero integrato<img alt="" src="/PublishingImages/riqualificazione%20periferie.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/riqualificazione-periferieVerso un recupero integratoI progetti di riqualificazione urbana devono sempre più tenere conto delle istanze provenienti dall’intera comunità in un approccio quanto più corale e collaborativo. L’intervento al Festival dello sviluppo sostenibile 2020 ASviS.Marisa-Parmigiani2020-10-01T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Resilienti e trasformativi<img alt="" src="/PublishingImages/sostenibilità-asvis-stefanini.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/resilienti-e-trasformativiResilienti e trasformativiL’Europa ci dà la possibilità di mettere in atto concretamente l'Agenda 2030 in Italia. Un’occasione da non perdere per eliminare nodi strutturali e crescere. L’intervento all’apertura del Festival dello sviluppo sostenibile 2020 ASviS.Pierluigi-Stefanini2020-09-21T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Web reputation: governare le crisi<img alt="" src="/PublishingImages/Web-reputation-changes-unipol.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/web-reputation-governare-le-crisiWeb reputation: governare le crisiL’incontro a CUBO Unipol tra Daniele Chieffi, Direttore Comunicazione e PR Dipartimento per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione Presidenza del Consiglio e Fernando Vacarini, Responsabile Media Relations Gruppo Unipol e Direttore Changes.Redazione-Changes2020-09-16T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Quanti pensieri nella testa del digital consumer<img alt="" src="/PublishingImages/digital%20consumer%20covid.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/digital-consumer-covidQuanti pensieri nella testa del digital consumerLa tecnologia digitale agisce sempre di più sul nostro modo di pensare e di acquistare. Un fenomeno amplificato dall’epidemia di Coronavirus.Vittorio-Verdone2020-09-09T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Perché investire sui caregiver <img alt="" src="/PublishingImages/caregiver.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/caregiver-noiunipolPerché investire sui caregiver Tre milioni di italiani si prendono cura di un familiare adulto malato, disabile o non autosufficiente e salgono a 12 milioni se si considerano i minori. L’impegno del Gruppo Unipol. Sabina-Tarozzi2020-09-03T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Le pandemie non salvano il clima<img alt="" src="/PublishingImages/pandemia%20clima.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/pandemia-climaLe pandemie non salvano il climaRallentare e basta non è stato sufficiente a migliorare l’ambiente. La via della cooperazione verso un’economia sostenibile è l’unica strada.Grammenos-Mastrojeni2020-10-04T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Sette modi per salvare l’arte<img alt="" src="/PublishingImages/musei%20digitali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/musei-digitaliSette modi per salvare l’arteI musei sono ripartiti e il periodo di chiusure forzate ha lanciato un nuovo modo di fare cultura usando il digitale tra videogiochi, visite online, esibizioni multimediali e intelligenza artificiale.Luca-Politi2020-10-07T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Come creare brand autentici nel mondo post-Covid<img alt="" src="/PublishingImages/brand.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/brand-covidCome creare brand autentici nel mondo post-CovidStiamo entrando in una nuova era di alfabetizzazione mediatica: i consumatori evitano le forme tradizionali di comunicazione e sono più scettici. Alessandro-Donetti2020-10-06T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD