Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Comprare l’auto non è di moda

Comprare l’auto non è di moda

Society 3.0

Anche in Italia la proprietà dell’automobile perde terreno a vantaggio di altre formule come il noleggio a lungo termine ma anche di inedite soluzioni ibride. Vediamo quali.

​​Il mito della proprietà del veicolo del quale ci si mette alla guida si sta incrinando anche in Italia. È ancora presto per fare il bilancio di un 2020 sconvolto dalla pandemia di coronavirus ma il trend, prima dello scoppio dell'emergenza sanitaria, era in costante aumento con un 2019 sugli scudi, tanto da far pensare che il noleggio a lungo termine sia entrato nella mente e nel cuore degli italiani per restarci.

Sulla base dei dati forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell'Aci, secondo i quali il noleggio a lungo termine, che a differenza del leasing non prevede il versamento di un anticipo ma soltanto di un canone mensile, ha fatto registrare una crescita dell'8,99% nel 2019 toccando la cifra record di 281mila unità. A fare la parte del leone come sempre le società controllare dai produttori automobilistici con un incremento di oltre il 67%: si tratta di nomi del calibro di Leasys (Fca), Mercedes-Benz Charterway, Free2Move Lease-PSA, ES Mobility-Renault/Nissan e Volkswagen Leasing. Anche i generalisti, però, si sono fatti onore archiviando il 2019 con un incremento del 38,21%.

La brusca frenata registrata nei mesi del lockdown anche di questo settore non può nascondere il fatto che l'acquisto dell'auto stia inesorabilmente perdendo terreno. I motivi sono molteplici, ma per quanto riguarda l'Italia quello principale è rappresentato dagli alti costi di gestione di un veicolo di proprietà e più di recente dall'aumento delle restrizioni alla circolazione di veicoli inquinanti in molti centri urbani italiani, anche di medie dimensioni.

Secondo una ricerca dell'Osservatorio di SosTariffe.it mantenere un'auto nel nostro Paese ha un costo (aggiornato al 2019) di 1.614 euro all'anno: una cifra che mette insieme assicurazione (589 euro), carburante (891,85), bollo (149,37 euro). Il noleggio a lungo termine, invece, comprende nel canone mensile anche le spese di manutenzione, assicurazione e bollo senza contare che è sempre possibile aggiungere servizi, ovviamente a pagamento, come cambio pneumatici (estivi vs invernali) o assistenza stradale 24 ore su 24 a meno che il pacchetto acquistato non li preveda già.

Il business del noleggio a lungo termine attira soggetti sempre nuovi. È questo il caso di  UnipolRental, nato dal re-branding di Car Server acquisita nel 2019 con un investimento di 96 milioni di euro, che si inserisce nell'ecosistema Mobility di Unipol, secondo le indicazioni del Business Plan  2019-2021. «Vogliamo diventare leader nel mercato retail entro il 2024», ha dichiarato Giacomo Lovati, vicepresidente di UnipolRental che continua: «Puntiamo ad arrivare complessivamente a 140mila clienti dal qui al 2024. per farlo costruiremo offerte su misura e offriremo un servizio completo. Chi noleggia un'autovettura con UnipolRental riceve un monopattino elettrico in omaggio».

Oltre al leasing a lungo termine anche altre formule stanno riuscendo a ritagliarsi uno spazio nel mercato italiano: stiamo parlando del leasing che prevede un anticipo iniziale e poi rate fisse e la possibilità al termine del contratto di restituire o riscattare l'auto, e del buyback. Il leasing è la scelta preferita da aziende e privati con partita Iva e prevede un versamento del canone iniziale, il pagamento delle rate che possono variare per lo stesso modello in virtù del servizi richiesti e una maxi rata finale per il riscatto o per la restituzione dell'auto al venditore. Il buyback, invece, è una sorta di via di mezzo fra noleggio a lungo termine e leasing e consiste in un finanziamento con la concessionaria il cui importo riguarda soltanto una quota del valore del veicolo. Questo valore verrà ripagato con rate mensili per un periodo che può arrivare fino ai 48 mesi, al termine del quale si può scegliere se saldare la quota restante, diventando proprietari del veicolo o restituire l'auto. In sostanza si paga l'a​uto per il periodo di utilizzo del mezzo.

Da qualche tempo a questa parte, inoltre, si segnalano formule ibride fra leasing e car sharing. È proprio questo il caso di Popmove, un social mobility network che consente di condividere la propria automobile. Come si legge sul sito della società “chi mette a disposizione la propria vettura, acquisita con un contratto di noleggio a lungo termine, può risparmiare sulla rata mensile condividendo sull'App un mezzo che altrimenti rimarrebbe fermo e inutilizzato; chi ne ha bisogno per un tempo limitato, può trovare esattamente il veicolo che cerca pagando solo per l'uso che ne fa".  I dati sembrano dare ragione a questa soluzione sperimentale che nei primi tre mesi ha registrato in particolare a Roma un boom di iscrizioni con ben 33mila persone che hanno scaricato l'app con un'età media di 39 anni e un'alta percentuale di donne. Un altro dato interessante è rappresentato dal forte appeal esercitato anche sui giovani dalle auto di lusso disponibili: la conferma del fatto che l'automobile in Italia continua a essere uno status symbol ma la sua proprietà, in particolare per i Millennials, no.

 

 

Nuove regole in società<img alt="" src="/PublishingImages/covi-regole-sociali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/covid-nuove-regole-socialiNuove regole in societàI cambiamenti sociali sono al centro del dibattito al tempo della pandemia. L’economista Cass Sunstein li analizza in un saggio che mette in discussione valori e comportamenti.Luciano-Canova2020-10-13T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Come creare brand autentici nel mondo post-Covid<img alt="" src="/PublishingImages/brand.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/brand-covidCome creare brand autentici nel mondo post-CovidStiamo entrando in una nuova era di alfabetizzazione mediatica: i consumatori evitano le forme tradizionali di comunicazione e sono più scettici. Alessandro-Donetti2020-10-06T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Educazione finanziaria: bene comune anti-Covid<img alt="" src="/PublishingImages/educazione%20finanziaria%20covid.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/educazione-finanziaria-covidEducazione finanziaria: bene comune anti-CovidPerché può svolgere un ruolo fondamentale per accrescere la resilienza finanziaria delle famiglie e la loro capacità di contribuire al benessere socio-economico della collettività.Andrea-Di-Turi2020-09-27T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
La casa è diventata ufficio<img alt="" src="/PublishingImages/casa%20ufficio%20covid.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/casa-ufficio-covidLa casa è diventata ufficioLavorare da casa impone una riorganizzazione degli spazi e della funzione degli ambienti. Una spinta che può portare nuove abitudini, ma chiede di porre un confine tra il lavoro e la vita personale. Antonio-Belloni2020-09-20T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Consumi: lo scenario oltre il Covid<img alt="" src="/PublishingImages/consumi-covid-sociale.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/consumi-scenario-oltre-covidConsumi: lo scenario oltre il CovidIl virus ci ha riportato al vissuto intenso degli a-priori kantiani: il tempo e lo spazio. Ha ridisegnato la giusta distanza ma anche il giusto ritmo. Conseguenze e strategie. Francesco-Morace2020-09-13T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Le pandemie non salvano il clima<img alt="" src="/PublishingImages/pandemia%20clima.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/pandemia-climaLe pandemie non salvano il climaRallentare e basta non è stato sufficiente a migliorare l’ambiente. La via della cooperazione verso un’economia sostenibile è l’unica strada.Grammenos-Mastrojeni2020-10-04T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Sette modi per salvare l’arte<img alt="" src="/PublishingImages/musei%20digitali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/musei-digitaliSette modi per salvare l’arteI musei sono ripartiti e il periodo di chiusure forzate ha lanciato un nuovo modo di fare cultura usando il digitale tra videogiochi, visite online, esibizioni multimediali e intelligenza artificiale.Luca-Politi2020-10-07T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Come creare brand autentici nel mondo post-Covid<img alt="" src="/PublishingImages/brand.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/brand-covidCome creare brand autentici nel mondo post-CovidStiamo entrando in una nuova era di alfabetizzazione mediatica: i consumatori evitano le forme tradizionali di comunicazione e sono più scettici. Alessandro-Donetti2020-10-06T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD