Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Mobilità sostenibile: ora tocca ai giovani

Mobilità sostenibile: ora tocca ai giovani

Close to you

Il Manifesto O.R.A. – Open Road Alliance promosso da Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva promuove una nuova cultura dei trasporti green.

​Il settore dei trasporti ha un impatto significativo sull’ambiente:  la mobilità sostenibile, ad esempio,​  -  che può essere anche intelligente - è una soluzione al problema.  Ma serve un cambiamento culturale e l'impegno di tutti. Gruppo Unipol è da sempre parte attiva nel promuovere la transizione verso una mobilità sostenibile che sia frutto della riflessione e dei bisogni reali delle persone.

Per questo, Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva hanno lanciato nel 2019 il Progetto O.R.A. – Open Road Alliance che ha coinvolto 1.863 studenti e 140 docenti della scuola italiana provenienti dalle 14 aree metropolitane più grandi del Paese per raccogliere bisogni e suggerimenti sulla mobilità del futuro che è già il presente.

Le idee delle giovani generazioni sulla mobilità sostenibile sono state raccolte nel Manifesto O.R.A. – Open Road Alliance presentato il 16 settembre 2021 da una delegazione di studenti di 93 classi superiori provenienti da 57 scuole a Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della​ mobilità sostenibili. «Nelle proposte del Manifesto si riscontra una contestuale visione di presente e di futuro, i ragazzi hanno saputo rispondere ai problemi di oggi con una vista lunga, che sa immaginare le città del futuro e questo loro protagonismo nel pensare al mondo che verrà è fondamentale per ridare il giusto spazio ad una generazione che sta, giorno per giorno, assumendo responsabilità sul modello di sviluppo da adottare» ha detto Marisa Parmigiani, Responsabile della sostenibilità Gruppo Unipol e Direttrice Fondazione Unipolis.

App in grado di premiare chi utilizzi mezzi green, aree sostenibili e integrate nelle città dove ricaricare auto e bici, panchine a pannelli solari, autobus mangia smog e sensori in grado di rilevare se il guidatore abbia assunto alcol o stupefacenti. Queste, in sintesi, alcune delle proposte contenute nel Manifesto O.R.A. che si compone di quattro sezioni:

  • Determinazioni. Racchiude le definizioni del concetto di mobilità sostenibile elaborate dagli studenti;
  • Cambiamenti. Evidenzia i cambiamenti sociali e culturali auspicabili che dovrebbero realizzarsi nelle diverse città;
  • Proposte. Suggerisce progetti concreti che andrebbero realizzati;
  • Futuro. Contiene pillole che descrivono la mobilità del domani.




​L'obiettivo di Manifesto O.R.A. è promuovere una nuova cultura della mobilità, attraverso modelli di sostenibilità innovativi e la partecipazione attiva dei cittadini. In particolare, proprio dei giovani delle scuole, che con O.R.A. diventano il luogo privilegiato per lo sviluppo di una riflessione che abbraccia i temi ambientali, la sicurezza, la condivisione dei mezzi, l'orientamento alla multimodalità, oltre che un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali.

«L'adozione di un approccio aperto e collaborativo nella realizzazione di attività complesse, con l'ambizione di agire innescando un cambiamento concreto della realtà, promuovendo l'adozione di comportamenti sostenibili e responsabili, è il grande valore aggiunto prodotto dal nostro progetto. Solo grazie alla collaborazione paritaria e fattiva tra i diversi stakeholder coinvolti (le Istituzioni, dal nazionale al locale, il mondo civico, le imprese, i media...) le buone intenzioni possono concretizzarsi in azioni con un reale impatto sul mondo che ci circonda», ha detto Anna Lisa Mandorino - Segretaria Generale Cittadinanzattiva.

Per ulteriori informazioni su Manifesto O.R.A. e per iscriverti all'evento

​ 

 

 

PNRR: questo sconosciuto<img alt="" src="/PublishingImages/pnrr%20ricerca%20ipsos%20unipol.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/pnrr-cosa-sanno-gli-italianiPNRR: questo sconosciutoIl Piano nazionale di ripresa e resilienza è ancora un oggetto oscuro per gli italiani. Per 4 italiani su 10 rilancerà l’Italia. Al primo posto la Missione Salute. I dati dello studio Changes Unipol elaborato da Ipsos.Redazione-Changes2022-01-04T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Welfare Italia: occasione PNRR<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20italia%202021.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-italia-2021Welfare Italia: occasione PNRRIn arrivo 41,5 miliardi entro il 2026: le 5 priorità per rilanciare il lavoro e affrontare la transizione demografica secondo il rapporto 2021 del Think tank “Welfare, Italia” del Gruppo Unipol e di The European House-Ambrosetti presentato a Roma.Redazione-Changes2021-11-23T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Insieme per un Pianeta a emissioni zero<img alt="" src="/PublishingImages/cop26-gruppo%20unipol.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/cop-26-gruppo-unipolInsieme per un Pianeta a emissioni zeroGruppo Unipol conferma il suo impegno nella Investor Agenda con la firma della Dichiarazione degli investitori globali 2021 ai governi sulla crisi climatica.Pierluigi-Stefanini2021-10-26T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Intelligent economy: quale futuro?<img alt="" src="/PublishingImages/wind%20of%20changes-intelligent.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/wind-of-changes-intelligent-economyIntelligent economy: quale futuro?Servono soluzioni etiche, legali ed economiche. Ne discutono Derrick De Kerckhove, Michela Milano e Fernando Vacarini nel corso di Wind of Changes, la rassegna di CUBO con Media Relations, Corporate Reputation e Digital PR Gruppo Unipol.Redazione-Changes2021-09-21T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Siamo noi, non il lavoro, a dover cambiare<img alt="" src="/PublishingImages/home%20working.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/home-working-changesSiamo noi, non il lavoro, a dover cambiareIl 2021 è stato un anno di cambiamenti e nuove strategie nell’organizzazione del lavoro. Il nuovo numero di Changes Magazine porta la riflessione al Premio Ischia Internazionale di Giornalismo.Fernando-Vacarini2021-09-02T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Il virus nemico del sonno <img alt="" src="/PublishingImages/covid%20sonno.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/covid-sonnoIl virus nemico del sonno Il diffondersi della pandemia ha modificato le abitudini notturne delle persone e ha cambiato il tempo e la qualità del dormire. Le ricadute sulla salute.Roberta-Lazzarini2021-01-26T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Il benessere mentale è individuale o collettivo?<img alt="" src="/PublishingImages/contagio%20emotivo.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/contagio-emotivoIl benessere mentale è individuale o collettivo?La ripresa dei contagi e la variante Omicron hanno riportato l’orologio dell’umore indietro di un anno. Come gestire le emozioni.Monica-Bormetti2022-01-09T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Clima 2022: serve un’alleanza per la transizione<img alt="" src="/PublishingImages/transizione%20sostenibile.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/transizione-sostenibileClima 2022: serve un’alleanza per la transizioneEcologica o sostenibile? La strada per il cambiamento e la salvaguardia del Pianeta è aperta. Ma la partita va giocata tutti insieme.Grammenos-Mastrojeni2022-01-11T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD