Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Magazine & Eventi > Gli Osservatori sono strategici per lo storytelling dell’azienda

Gli Osservatori sono strategici per lo storytelling dell’azienda

Magazine & Eventi

Qual è lo scenario generale in cui operano le aziende con gli Osservatori? Qual è l’esperienza nel nostro Paese?

​​​​Gli osservatori aziendali come strumento di ricerca e di business, ma soprattutto come risorsa cui attingere per la produzione di contenuti aziendali. Rispetto a questo scenario il Gruppo Unipol rappresenta un'eccellenza con ben tre diversi progetti al suo interno: l'Osservatorio UnipolSai sulle abitudini di guida degli italiani, l'Osservatorio Reputational & Emerging Risk e l'Osservatorio UniSalute.

Qual è lo scenario generale in cui operano le aziende con gli Osservatori? Qual è l'esperienza nel nostro Paese? A queste domande ha risposto il Panel organizzato dal gruppo Unipol dal titolo "Gli Osservatori sono strategici per lo storytelling dell'azienda" che si è tenuto all'interno della XIII edizione dell'International Journalism Festival di Perugia.

All'incontro moderato da Giampaolo Colletti, Communication manager e storyteller digitale, hanno partecipato Fernando Vacarini – Responsabile Media Relations Gruppo Unipol e Direttore Responsabile di Changes; Liliana Cavatorta – Responsabile Osservatorio Reputational & Emerging Risk Gruppo Unipol; Marco Lanzoni – Responsabile Mercato Finance SCS Consulting e Fiammetta Fabris – Amministratore Delegato UniSalute.


 

 

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD