Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > L’economia che non si tocca, ma si sente

L’economia che non si tocca, ma si sente

Close to you

Design, branding, ricerca, tecnologia, formazione e cultura aziendale. Sono tutti asset che non rientrano nella definizione di “capitale” tradizionale, ma che contano nei bilanci. Il terzo numero di Changes affronta la rivoluzione degli intangibili.

 C'è una rivoluzione, per nulla silenziosa, che almeno da una trentina di anni sta cambiando l'economia dei Paesi avanzati e le loro decisioni di investimento e che ha modificato, per sempre, il modo di scrivere i bilanci delle imprese e loro le strategie di crescita. Questa rivoluzione è guidata dalle cose che non si possono toccare, gli asset intangibili, come design, branding, ricerca e sviluppo, software, ma anche formazione e cultura aziendale. 

Sono tutti asset che hanno poco a che fare con la definizione di "capitale" tradizionale del bilancio di una società che è rappresentato da asset tangibili e fisici, da cose che si possono vedere e toccare, come edifici e macchine. La rivoluzione intangibile è protagonista del terzo numero di Changes, il magazine semestrale del Gruppo Unipol che contiene anche una sinossi in lingua inglese e affianca la nostra iniziativa di Blog online, Changes Unipol. In questo numero avvalendoci come sempre della collaborazione di esperti, abbiamo voluto mettere in luce tutte le sfumature di questa nuova economia. Per farlo siamo partiti dal testo "Capitalismo senza capitali" scritto da Jonathan Haskel e Stian Westlake che oggi è il punto di partenza di tutte le riflessioni sul tema. In questa nuova economia il design dell'ultimo smartphone, la ricerca che sta dietro la creazione di un farmaco, l'idea di un copione per una serie tv e un algoritmo di un motore di ricerca o di un social media assumono un ruolo centrale, a dimostrazione che non è solo il settore tecnologico il grande protagonista intangibile.

All'interno del dibattito sulla nuova economia che sta cambiando il modo di fare impresa e l'organizzazione del lavoro, abbiamo individuato tre valori chiave (reputazione, tempo e visione) che guidano le aziende in questa trasformazione e che sono il filo conduttore di questo numero di Changes. Dei tre valori, la reputazione è l'unico asset intangibile di un'azienda che non può essere copiato. Tutti gli altri asset intangibili, dalla tecnologia all'organizzazione del lavoro, lo sono. Per questo la reputazione è sempre di più un fattore chiave per le aziende ed è un percorso lungo da attuare. Il Gruppo Unipol ha cominciato da tempo la valorizzazione di questo asset, scegliendo di coinvolgere tutte le componenti aziendali nella consapevolezza che la corporate reputation è un valore che va protetto. Il tempo è un altro valore chiave per un'azienda oggi. E non c'è nulla di più intangibile. La sfida è riappropriarsene attraverso l'anticipazione e la resilienza per dare forma al futuro in un contesto sempre più complesso e incerto. Una sfida che il Gruppo Unipol ha raccolto con l'Osservatorio Reputational & Emerging Risk che è una finestra sul futuro e una base di partenza scientifica per Changes.  Il terzo valore, la visione, è la somma di tutto: l'economia degli intangibili, infatti, ha portato le aziende a ripensare la propria mission che è diventata purpose, ovvero la visione di un mondo che non è più solo capitale centrico. Questo significa per le aziende diventare parte sempre più attiva del cambiamento sociale e sposare temi etici per aumentare la loro reputazione.

 

 

Il digitale fa ancora paura<img alt="" src="/PublishingImages/paure%20digitali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/paure-digitaliIl digitale fa ancora pauraUn italiano su due crede che le informazioni memorizzate sui propri dispositivi digitali non siano al sicuro. I dati dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza Demos&Pi-Fondazione Unipolis presentati a Data Vision & Data Value organizzato da Gruppo Unipol.Redazione-Changes2020-06-24T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Serve un welfare di comunità<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20webinar%20cimbri.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-cimbriServe un welfare di comunitàAlleanza tra pubblico, privato e no profit per creare un sistema incisivo. Carlo Cimbri, CEO Gruppo Unipol, e Giuseppe Guzzetti, già Presidente Fondazione Cariplo ne parlano a un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House–Ambrosetti.Redazione-Changes2020-06-18T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
L’occasione di un bilancio Welfare New Deal<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20new%20deal%20covid.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-italia-bilancio-covidL’occasione di un bilancio Welfare New DealIl virus dà l’opportunità di cambiare la spesa pubblica guardando al lungo periodo. L’analisi di Veronica De Romanis, Docente di Politica Economica Europea, protagonista di un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House – Ambrosetti.Redazione-Changes2020-06-08T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Welfare Aziendale: l'analisi dell'impatto sociale<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20aziendale.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-aziendale-(2)Welfare Aziendale: l'analisi dell'impatto socialePerché il Gruppo Unipol ha inserito nella politica di sostenibilità l'impegno a misurare l'impatto del programma messo in atto. Sabina-Tarozzi2020-05-26T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Sanità: perché il virus è un’occasione per il sistema<img alt="" src="/PublishingImages/coronavirus%20welfare.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/coronavirus-welfareSanità: perché il virus è un’occasione per il sistemaIl sistema sanitario italiano ha subito uno stress test. Per Walter Ricciardi, rappresentante italiano OMS, protagonista di un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House - Ambrosetti, è il momento di una riforma.Redazione-Changes2020-05-19T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Ora è tempo di smart mobility<img alt="" src="/PublishingImages/covid%20smart%20mobility.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/covid-smart-mobilityOra è tempo di smart mobilityLe conseguenze della pandemia impongono un ripensamento delle città, della vita e del lavoro delle persone che non può non avere un impatto sui mezzi di trasporto. Per risolvere le criticità servirà affidarsi alle nuove tecnologie.Rosario-Murgida2020-06-17T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Serve un welfare di comunità<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20webinar%20cimbri.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-cimbriServe un welfare di comunitàAlleanza tra pubblico, privato e no profit per creare un sistema incisivo. Carlo Cimbri, CEO Gruppo Unipol, e Giuseppe Guzzetti, già Presidente Fondazione Cariplo ne parlano a un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House–Ambrosetti.Redazione-Changes2020-06-18T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Il digitale fa ancora paura<img alt="" src="/PublishingImages/paure%20digitali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/paure-digitaliIl digitale fa ancora pauraUn italiano su due crede che le informazioni memorizzate sui propri dispositivi digitali non siano al sicuro. I dati dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza Demos&Pi-Fondazione Unipolis presentati a Data Vision & Data Value organizzato da Gruppo Unipol.Redazione-Changes2020-06-24T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD