Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Addio vecchia tv

Addio vecchia tv

Technology

Con il nuovo digitale terrestre milioni di televisori e decoder sono da rottamare. Come farlo correttamente e come usufruire del bonus.

​Nonostante quella che viviamo sia l'epoca del digitale e della televisione vista in streaming tramite computer e smartphone, nelle case degli italiani continuano ad essere accese decine di milioni di televisori. Secondo le stime, nei prossimi quindici mesi, a seguito del passaggio al nuovo digitale terrestre, quindici milioni di televisioni verranno rottamate.

La transizione al nuovo segnale a​vverrà in maniera graduale e secondo due step: a partire dal 15 ottobre 2021 Rai e Mediaset faranno transitare alcuni canali tematici dal sistema Mpeg2 al più performante Mpeg4, mentre, a decorrere dall'1 gennaio 2023, i possessori di televisori non compatibili con il nuovo segnale dovranno dotarsi di un apparecchio con digitale terrestre di seconda generazione (dicitura DVB-T2).

Secondo le stime diffuse da Aura, società che opera nel riciclo dei RAEE, a fronte di un acquisto annuale di apparecchi normalmente pari a circa 4,5 milioni unità, per quest'anno si prevede un incremento di vendite di due milioni di pezzi e, tenendo in considerazione il 2022, nelle case degli italiani entreranno fino a 9 milioni di nuovi televisori. ​

Come capire se serve un nuovo decoder

Per capire se con la vostra TV continuerete normalmente a vedere tutti i canali potrete utilizzare un primo indizio: 22 dicembre 2018. Infatti dopo questa data i rivenditori non hanno più potuto vendere televisori col vecchio standard. Esiste poi una prova definitiva molto semplice da verificare: cliccando sui canali 100 e 200, qualora troverete la scritta “TEST HEVC Main10" non dovrete cambiare apparecchio e non avrete nemmeno diritto al bonus. In caso contrario potrete acquistare un nuovo decoder senza dover comprare tutta la TV.

Come ottenere il bonus rottamazione TV

Dallo scorso lunedì 23 agosto è possibile richiedere il bonus TV che consente di rottamare l'apparecchio obsoleto, incompatibile col digitale terrestre Dvbt-2/Hevc Main, e di acquistarne uno nuovo con uno sconto del 20% (con un contributo massimo erogabile di 100 euro). Tale bonus, che non prevede limiti di Isee, è utilizzabile solo dai possessori di televisori acquistati prima del 22 dicembre 2018 che non risultino compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione e che, quindi, non potranno più trasmettere i canali nel giro di pochi mesi. Il buono si può ottenere portando il vecchio apparecchio dal nuovo rivenditore o presso le isole ecologiche autorizzate. Accendendo al sito del MiSE e al portale del Governo, potrete scaricare il modulo di autocertificazione.

Come rottamare correttamente le televisioni

I vecchi decoder e i televisori non più utilizzabili non vanno buttati per strada, né nel cassonetto della raccolta indifferenziata (cosiddetto secco) poichè rientrano fra i rifiuti da apparecchiature elettroniche ed elettriche (i cosiddetti RAEE).

A disciplinare i RAEE è il decreto legislativo 49/2014 nato per promuovere il recupero di tali dispositivi, secondo sistemi collettivi costituiti dai produttori e distributori delle AEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) e dando applicazione concreta al principio - perseguito a livello europeo - “chi inquina paga".

Tali dispositivi possono essere consegnati alle isole ecologiche oppure conferiti all'acquisto di un nuovo esemplare del medesimo bene (il cosiddetto “Uno contro Uno"). La normativa vigente infatti obbliga il rivenditore al ritiro del vecchio esemplare in maniera totalmente gratuita: sarà lui più ad instradare tali beni verso i corretti percorsi di raccolta differenziata che consentiranno il recupero di diversi materiali evitando inoltre le immissioni di sostanze nocive nell'ambiente.

Per i decoder, essendo piccoli dispositivi, può trovare applicazione anche il principio dell'Uno contro Zero che non comporta nemmeno l'acquisto di un nuovo apparecchio: l'apparecchio, purché non superi i 25 cm di lunghezza, potrà essere consegnato gratuitamente a tutti i rivenditori con una superficie di vendita maggiore di 400 metri quadri. I megastore di tale grandezza infatti hanno l'obbligo del ritiro dei piccoli apparecchi. ​

 

 

Cybersecurity: serve una rivoluzione culturale <img alt="" src="/PublishingImages/cyber-attacchi.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/cybersecurity-attacchiCybersecurity: serve una rivoluzione culturale L’attacco informatico alla Regione Lazio ha evidenziato la vulnerabilità informatica della nostra PA. Così è stata costituita l’Agenzia Unica per la Cybersicurezza. Changes ne ha parlato con Ranieri Razzante.Luca-Politi2021-10-03T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Idrogeno? Scelta più efficiente sui pesi massimi<img alt="" src="/PublishingImages/idrogeno%20mezzi%20pesanti.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/mezzi-pesanti-idrogenoIdrogeno? Scelta più efficiente sui pesi massimiL’alimentazione elettrica presenta grandi vantaggi sui veicoli leggeri ma quando le dimensioni crescono il discorso cambia. Changes ne ha parlato con Massimo Santarelli.Roberto-Valguarnera2021-09-14T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Privacy alla cinese<img alt="" src="/PublishingImages/privacy%20cinese.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/privacy-cinesePrivacy alla cineseIl social credit system è stato esteso a tutta la popolazione cinese. Così i big data controllano le persone. Changes ne ha parlato con la scrittrice Giada Messetti.Nicola-Di-Turi2021-09-07T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Vacanze detox<img alt="" src="/PublishingImages/freedom.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/macchine-antiedonisticheVacanze detoxLa tecnologia crea dipendenza da connessione ma ci aiuta anche a vincere la tentazione di essere sempre connessi. Come funzionano le macchine antiedonistiche (Mae).Elisa-Venco2021-08-16T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Sostenibile e superveloce: la tecnologia cambia la mobilità <img alt="" src="/PublishingImages/hyperloop.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/hyperloopSostenibile e superveloce: la tecnologia cambia la mobilità Bibop Gresta, co-fondatore della società Hyperloop TT e ceo di Hyperloop Italia, spiega perché il nostro Paese è il candidato ideale per sviluppare questa nuova modalità di trasporto. Alexis-Paparo2021-07-27T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Il virus nemico del sonno <img alt="" src="/PublishingImages/covid%20sonno.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/covid-sonnoIl virus nemico del sonno Il diffondersi della pandemia ha modificato le abitudini notturne delle persone e ha cambiato il tempo e la qualità del dormire. Le ricadute sulla salute.Roberta-Lazzarini2021-01-26T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Cybersecurity: serve una rivoluzione culturale <img alt="" src="/PublishingImages/cyber-attacchi.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/cybersecurity-attacchiCybersecurity: serve una rivoluzione culturale L’attacco informatico alla Regione Lazio ha evidenziato la vulnerabilità informatica della nostra PA. Così è stata costituita l’Agenzia Unica per la Cybersicurezza. Changes ne ha parlato con Ranieri Razzante.Luca-Politi2021-10-03T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Come essere phygital<img alt="" src="/PublishingImages/phygital.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/phygitalCome essere phygitalDi persona e in digitale: la fusione tra le due dimensioni è la formula di organizzazione ibrida del lavoro che si sta affermando post pandemia ma non è nata oggi.Monica-Bormetti2021-09-29T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD