Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Competenze sostenibili cercasi

Competenze sostenibili cercasi

Sharing

Consumatori e investitori, autorità regolatorie e Governi stanno chiedendo al mondo economico una svolta sostenibile e una spinta verso l’economia della condivisione.

​L'inverno del Pianeta sta arrivando. La svolta deve essere immediata. Ed ecco dispiegarsi investimenti pubblici, grandi strategie, obiettivi globali. Ma dove trovare le competenze necessarie a una transizione verso una sostenibilità che promette di essere totale?

La corsa ai green job

Ogni area aziendale potrà essere coinvolta. A modo proprio, ogni lavoro potrebbe diventare un green job. Produzione, distribuzione, vendita, comunicazione, design. Nessuno sarà escluso. Eppure, dotarsi di un pacchetto di competenze sostenibili a 360 gradi non sarà facile. Il tempo a disposizione è poco, perché i soldi in arrivo dai vari piani di investimenti pubblici sono da impiegare velocemente.
Il nostro paese, per esempio, ha nel PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – 59,47 miliardi di euro da investire nella rivoluzione verde e nella transizione energetica, che comprendono:

  • economia circolare e agricoltura sostenibile;
  • energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile;
  • efficienza energetica e riqualificazione degli edifici;
  • tutela del territorio e della risorsa idrica.

E può farlo entro il 2026. Sembra quindi impossibile assemblare immediatamente un insieme di pratiche ed esperienze così ampie. E sono i manager addetti all'approvvigionamento – chief procurement officer, sondati dalla società di consulenza McKinsey – ad accorgersi per primi che mancano competenze, strumenti da agganciarci e dati da cui trarre informazioni strategiche per questa trasformazione.

Green Job cosa serve per la svolta

La grande scommessa è calare dentro l'impresa i dettami globalmente condivisi dell'ESG – environmental, social, and corporate governance – sotto forma di persone, e accaparrarsi abilità, strategie, capacità decisionali che sul mercato non sono (ancora) così diffuse. Ma quante persone coinvolte nella produzione e nell'approvvigionamento di un'impresa conoscono esattamente le fasi dei processi, da loro gestiti, che hanno un impatto negativo sull'ambiente o la società? Quante sanno identificare le azioni necessarie a valutare gli standard e raggiungere gli obiettivi ESG, e quindi a correggere le “cattive abitudini" interne all'azienda? Incrociando queste necessità con quelle portate dall'impatto del Covid19 sull'economia globale, è possibile pensare ai temi intorno a cui si aggregheranno queste nuove competenze sostenibili:

  • La gestione delle risorse naturali
    Proprietà di gestione dell'approvvigionamento di risorse naturali, di controllo dei prezzi, della disponibilità a livello globale; di studio e analisi dei materiali impiegati, di individuazione di materiali alternativi e/o sostenibili. Abilità nel monitoraggio delle filiere produttive col fine di individuare i fattori critici di insostenibilità, quelli che “sporcano" la filiera, di prevedere eventuali blocchi, anticipare picchi di richieste e scarsità; nella gestione e nel controllo dei fornitori per evitare rallentamenti, per certificarne la qualità e soprattutto la sostenibilità, e per diversificarli.
  • Progetto e prodotto
    Capacità di trasformazione del normale ciclo produttivo lineare (design, progettazione, produzione, packaging, distribuzione, scarto) in un ciclo circolare, che preveda e comprenda dall'inizio il riciclo, il riuso, il recupero di prodotti, semilavorati e scarti.
  • Finanza e comunicazione
    Conoscenza e capacità di monitoraggio di bandi pubblici e di incentivi e di raccolta investimenti destinati alla transizione energetica e alla sostenibilità ambientale col fine di recuperare risorse finanziarie utili. Abilità di inserire l'azienda in un discorso sostenibile, valorizzandone gli aspetti e le caratteristiche che la rendano conforme alle nuove necessità.
  • Strategia
    Capacità di proiettare le attività nei nuovi scenari e mercati, considerando i nuovi vincoli qualitativi e quantitativi, integrando lo sviluppo interno con i nuovi modelli di business globali impostati sulla sostenibilità.
  • Logistica, trasporti, packaging
    Abilità nel coniugare la logistica interna del prodotto, con quanto lo accompagna fuori dall'azienda, per renderlo sostenibile, conservando velocità, efficienza, estetica.

Green Job: l'impatto sarà diffuso

Secondo la recente ricerca Le duecento e più professioni dell'economia circolare della multinazionale olandese Randstad che si occupa di ricerca, selezione e formazione professionale, emergeranno competenza centrali ed interne all'azienda, altre specialistiche, ed altre trasversali. E si può immaginare che i settori che vivranno più profondamente la trasformazione professionale imposta da quella sostenibile saranno l'agroalimentare, l'edilizia, la casa e l'arredo, l'automazione, il tessile e la moda, la meccanica e l'automazione, la chimica. È logicamente difficile che qualche settore resti fuori perché l'impatto dell'onda sostenibile sul lavoro sarà ampio e diffuso.
Nel dettaglio e nella pratica attività di ogni settore, come ha prefigurato l'ultimo Rapporto Green Italy 2021 della Fondazione Symbola, si possono anche tratteggiare alcuni dei profili nuovi di questa transizione.

Ci sarà, e in alcuni ambiti già ci sono:

  • il muratore Green;
  • il responsabile vendite a marchio ecologico (di prodotti certificati);
  • il riparatore di macchinari e impianti;
  • l'installatore di reti elettriche a miglior efficienza;
  • l'informatico ambientale;
  • l'esperto di marketing ambientale;
  • l'ecodesigner;
  • l'ingegnere energetico esperto della gestione dell'energia;
  • il certificatore della qualità ambientale;
  • l'installatore di impianti di condizionamento a basso impatto ambientale.

Sbocceranno professioni nuove e promettenti, che presentano altrettanto nuove sfide: l'integrazione tra di loro e quella con chi ancora non ha assorbito lo stimolo della sostenibilità.​​

 

 

Micromobilità: nuove regole e app<img alt="" src="/PublishingImages/monopattini.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/monopattiniMicromobilità: nuove regole e appDopo lo stop della pandemia, la mobilità condivisa è ripartita da monopattini e scooter. Così cambia il codice della strada e le app puntano sulla sostenibilità.Letizia-Palmisano2022-01-26T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
C’è una second life per le batterie<img alt="" src="/PublishingImages/seconda%20vita%20batterie.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/seconda-vita-batterieC’è una second life per le batterieIl deperimento della “benzina sostenibile” delle auto elettriche è lento. Dopo una decina d'anni la densità energetica cala ma possono essere impiegate per altri usi.Elena-Comelli2022-01-12T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
La nuova generazione degli influ-activist <img alt="" src="/PublishingImages/influactivist.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/influactivistLa nuova generazione degli influ-activist Dallo schermo di uno smartphone o di un pc si passa alle strade. Chi sono i guru della condivisione che si trasforma in Stories di viaggi e consigli a impatto zero.Giampaolo-Colletti2022-01-06T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Dentro il flow: agire per cambiare<img alt="" src="/PublishingImages/lavoro-flow.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/lavoro-agire-cambiamentoDentro il flow: agire per cambiareSe il purpose è la stella polare che guida la nostra azione, il flow è l’azione stessa. O meglio, è la sensazione che proviamo quando stiamo concentrati in un’attività per noi piena di significato.Giulio-Xhaet2021-12-15T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Comprare l’auto in un click<img alt="" src="/PublishingImages/auto-ecommerce.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/auto-acquisto-onlineComprare l’auto in un clickIn Europa si sta imponendo il modello di e-commerce pure per le auto che ormai sono una commodity, da condividere in tanti se conviene. Changes ne ha parlato con Roberto Liscia, presidente Netcomm.Claudio-Plazzotta2021-10-13T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Il virus nemico del sonno <img alt="" src="/PublishingImages/covid%20sonno.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/covid-sonnoIl virus nemico del sonno Il diffondersi della pandemia ha modificato le abitudini notturne delle persone e ha cambiato il tempo e la qualità del dormire. Le ricadute sulla salute.Roberta-Lazzarini2021-01-26T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
La musica diventa gaming<img alt="" src="/PublishingImages/musica%20gaming.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/musica-gamingLa musica diventa gamingRoblox, Fortnite, Pokemon Go, Among Us, Minecraft sono ciò di più vicino al cosiddetto Metaverso. E per gli artisti il mondo virtuale diventa guadagno reale.Claudio-Plazzotta2022-01-18T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Guida autonoma: tra sogno e realtà<img alt="" src="/PublishingImages/futuro%20guida%20autonoma.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/guida-autonomaGuida autonoma: tra sogno e realtàVetture che guidano da sole: è veramente imminente il loro ingresso sul mercato? Potremo utilizzarle presto? Gianfranco-Burzio2022-01-19T23:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD