Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Close to you > Benvenuti in Changes Unipol

 Benvenuti in Changes Unipol

Close to you

 Il modo di comunicare sta cambiando e per certi versi non è ancora chiaro quali saranno le evoluzioni dei prossimi anni. Abbiamo un’unica certezza: gli stereotipi con cui abbiamo ragionato fino ad oggi non sono più validi.

​​​​​​​​​La crisi della carta stampata è sotto gli occhi di tutti, il possibile turnaround industriale degli editori con le copie digitali è un processo in atto ma con risultati tutti da verificare: si sta cercando di cambiare lo strumento di comunicazione, da carta stampata a copie digitali, ma continuando a pensare con le vecchie logiche, solo in pochi stanno realmente comprendendo la portata della rivoluzione digitale in atto. È un po’ come quando si comincia ad imparare una nuova lingua, lo sforzo iniziale porta a tradurre le parole letteralmente per poi cercare di capire le logiche sottostanti il nuovo idioma. Ma il vero salto di qualità lo facciamo solo quando riusciamo a pensare come se fossimo madrelingua. 

Ecco, nel nuovo ecosistema della comunicazione è come se fossimo nello step intermedio. Certo, i più giovani e le persone con maggiore dimestichezza con gli strumenti digitali si trovano già nella fase finale di questo processo, ma molto lavoro rimane da fare. Gran parte della popolazione si trova in una sorta di limbo, non gradisce (più) la carta stampata, si informa genericamente sui siti internet delle principali testate e ha cominciato ad utilizzare da qualche anno i social per ottenere informazioni. Se vogliamo dirla con i termini in voga al momento, gran parte degli italiani è nella fase 1.0 che sta pian piano diventando 2.0 e intanto il mondo ragiona e agisce già 3.0. Se il gap tecnologico sembra possa essere colmato nel corso dei prossimi anni c’è un lungo percorso da intraprendere sul fronte dei contenuti di qualità, il vero assente dal dibattito attuale sul futuro della comunicazione. Ma non è possibile lasciare il campo solo ai gruppi editoriali, occorre che le aziende contribuiscano, non solo per tutelare e consolidare le legittime aspettative economiche, ma soprattutto per far emergere quegli argomenti che rappresentano le sfide dei prossimi anni, altrimenti destinati a rimanere latenti nel migliore dei casi.

Per cercare di rispondere a questa esigenza nasce Changes, il Magazine del Gruppo Unipol, dove troveranno spazio le sfide del mondo assicurativo dei prossimi anni, che poi in fondo, osservando attentamente, rappresentano le sfide che dovremo affrontare come collettività. ​Alcuni osservatori di prestigio hanno già colto l’invito a collaborare, altri stanno per raggiungerci: ma non vogliamo porci limiti, la porta dei contributi di qualità sarà sempre aperta a chi vuole capire e guardare il futuro. Come noi.

Vi aspettiamo

​​

 

 

L’impegno civile batte il terremoto<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/piceno.JPG" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/piceno.aspxL’impegno civile batte il terremotoA Loro Piceno, un piccolo centro delle Marche, rivive la scuola primaria “Pietro Santini” grazie alle donazioni del Gruppo Unipol e dei suoi dipendenti e agenti. Una storia di successo dell’alleanza tra pubblico e privati.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Redazione Changes2019-12-05T23:00:00Zhttp://changes.unipol.it
Il New Deal del welfare <img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/Sanlorenzo.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/think-tank-welfare-italia.aspxIl New Deal del welfare Secondo il rapporto del Think tank “Welfare, Italia” del Gruppo Unipol e di The European House-Ambrosetti presentato a Roma, un sistema di welfare sostenibile è possibile grazie all’integrazione fra pubblico e privato. Centrale la sfida della crescita.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Redazione Changes2019-12-04T23:00:00Zhttp://changes.unipol.it
Welfare: le origini e l’evoluzione<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/editoriale%20changes%204.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/editoriale-changes-4.aspxWelfare: le origini e l’evoluzioneIl quarto numero di Changes si occupa dell’evoluzione dello stato sociale, mettendo a confronto criticità, idee, proposte e iniziative dei settori più impegnati sul tema, in primis le assicurazioni. L’impegno del Gruppo Unipol con “Welfare Italia”.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Vittorio Verdone2019-12-02T23:00:00Zhttp://changes.unipol.it
Non ballate da sole<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/violenza%20contro%20donne.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/violenza-contro-donne.aspxNon ballate da soleCUBO e Iniziative di Welfare, con la Commissione Pari Opportunità del comparto assicurativo del Gruppo Unipol, propongono una riflessione sul ruolo della donna nel mondo del lavoro per la giornata internazionale contro la violenza di genere.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Redazione Changes2019-11-20T23:00:00Zhttp://changes.unipol.it
Welfare: gestire le diversità<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/disability%20management.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/disability-management-unipol.aspxWelfare: gestire le diversitàUn approccio globale e un grande impegno all’ascolto sono i punti chiave della strategia del Gruppo Unipol nel Disability Management. Quali sono le iniziative e gli eventi e il ruolo di UNICA, la Corporate Academy del Gruppo Unipol.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Alessandro Bottini2019-11-10T23:00:00Zhttp://changes.unipol.it

 

 

Manager a scuola d’arte<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/arte%20e%20aziende.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/arte-in-azienda.aspxManager a scuola d’arteNon solo passione, mecenatismo o immagine. L’esempio degli artisti diventa uno strumento per l'organizzazione d’impresa, per fare formazione e creare uno spirito di squadra e di appartenenza.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Nadia Anzani2017-06-14T22:00:00Zhttp://changes.unipol.it
Rischio e cultura assicurativa: come la vedono i giovani<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/giovani%20e%20assicurazioni.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/assicurazioni-cosa-pensano-i-giovani.aspxRischio e cultura assicurativa: come la vedono i giovaniPiù consapevoli e più preoccupati del futuro, gli italiani tra i 18 e i 24 anni sono positivi nei confronti delle assicurazioni, anche se nel campo dell'educazione c’è ancora tanto da fare. I risultati della ricerca Eumetra Monterosa per Gruppo Unipol. GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Redazione LifeGate2017-04-10T22:00:00Zhttp://changes.unipol.it
Auto, racconti dal futuro<img alt="" src="/close-to-you/PublishingImages/auto%20futuro%20racconto.jpg" style="BORDER:0px solid;" />http://changes.unipol.it/close-to-you/Pagine/Auto-del-futuro.aspxAuto, racconti dal futuroI veicoli automatizzati, parzialmente o totalmente autonomi possono sembrare fantascienza. In realtà sono già parte del nostro presente e costituiranno la norma nel nostro futuro prossimo.GP0|#884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da;L0|#0884101ce-54ef-454e-bee5-326bcd6381da|Close to you;GTSet|#e62eaae4-ff72-4b5a-a2d7-8fca6c2e6a45Ernesto Gallarato2017-05-17T22:00:00Zhttp://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD