Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Changes - il magazine del Gruppo Unipol > Clima: come governare il cambiamento

Clima: come governare il cambiamento

Close to you

A un anno dal lancio del Blog online nasce Changes, il magazine semestrale del Gruppo Unipol. Il primo numero è dedicato ai mutamenti climatici e alle sfide che possiamo vincere insieme.

​​​Quando si parla di clima, a cambiare non è solo il paesaggio. Sappiamo bene che oltre 153 milioni di persone rischiano di ritrovare la loro abitazione sommersa entro il 2100 a causa dell'innalzamento del livello dei mari ed è una cifra pari a circa il doppio di quanto stimato nel 2014 dall'Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc) delle Nazioni Unite. Ma siamo allo stesso tempo testimoni di come la conversione al green sia al centro della trasformazione del sistema industriale e di come i Governi di tutto il mondo si siano mossi per finanziare il passaggio da fonti di energia responsabili dell'emissione di gas serra a fonti di energia pulita, come quella fotovoltaica o quella eolica. La domanda che dobbiamo porci sempre è: «Siamo in grado di fermare il cambiamento climatico?». Da qui siamo partiti su Changes, il magazine semestrale del Gruppo Unipol, che nasce a un anno dal lancio di questo blog, ed è un passo ulteriore che il Gruppo Unipol ha fatto per porsi come interlocutore innovativo sui temi di sviluppo del nostro Paese, offrendo capacità, risorse e strumenti per affrontare i cambiamenti economico-sociali del futuro. La formula scelta è la pubblicazione di due numeri monografici all'anno su temi che sono chiave per il mercato assicurativo secondo l'analisi dei macro trend dell'Osservatorio Reputational and Emerging R​isk del gruppo Unipol.


Il primo numero di Changes Magazine è dedicato al cambiamento climatico e ai suoi effetti che stanno modificando il mondo in cui viviamo e possono essere devastanti in futuro se non prenderemo contromisure. E la risposta che ci siamo dati è che la sfida si può vincere, perché lo slancio della società è inarrestabile.
Lo testimonia il fatto più eclatante accaduto a Bonn nel corso di Cop23, che si è tenuta lo scorso novembre, dove è avvenuto il sorpasso della società civile sulle delegazioni ufficiali. Per la prima volta, il cuore della Conferenza non è stato rappresentato dai negoziati ma da ciò che avveniva nell'area dedicata alle organizzazioni non governative. E basta guardare a come interi Paesi si siano convertiti all'eolico o al solare. Sono tante ormai le città che in tutto il mondo puntano ad alimentarsi al 100% con fonti rinnovabili: negli Usa località del Missouri, del Kansas, del Vermont; in Europa, in Germania, un terzo dell'elettricità è prodotta da fonti rinnovabili e l'Italia viaggia a ritmo spedito nella produzione di energia green. I dati pubblicati da Eurostat certificano infatti il raggiungimento, con largo anticipo, dell'obiettivo fissato per il 2020; in Cile crescono a dismisura gli investimenti nel campo delle rinnovabili e il piano Energia 2050 consentirà di produrre elettricità al 70% da energie pulite entro 20 anni.

Le aziende, insieme alle politiche governative, hanno un ruolo fondamentale per portare avanti questo processo virtuoso. Apple per esempio, nel 2015 era già al 93% verde, IKEA, entro il 2020, vuole produrre tanta energia quanta ne consumano i propri edifici, Coca-Cola, entro lo stesso anno vuole alimentare a rinnovabili tutte le sue operazioni e Sab Miller, il produttore della birra Bud, lo farà entro il 2025.
La domanda da farsi, allora, è: «Quanto tempo abbiamo?». La variabile tempo è la vera discriminante nella corsa ad affrontare e risolvere i problemi del clima. Perché i segnali di peggioramento che la natura ci dà sono quotidiani, con anomalie a cui ormai ci stiamo purtroppo abituando.​

 

 

Il digitale fa ancora paura<img alt="" src="/PublishingImages/paure%20digitali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/paure-digitaliIl digitale fa ancora pauraUn italiano su due crede che le informazioni memorizzate sui propri dispositivi digitali non siano al sicuro. I dati dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza Demos&Pi-Fondazione Unipolis presentati a Data Vision & Data Value organizzato da Gruppo Unipol.Redazione-Changes2020-06-24T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Serve un welfare di comunità<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20webinar%20cimbri.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-cimbriServe un welfare di comunitàAlleanza tra pubblico, privato e no profit per creare un sistema incisivo. Carlo Cimbri, CEO Gruppo Unipol, e Giuseppe Guzzetti, già Presidente Fondazione Cariplo ne parlano a un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House–Ambrosetti.Redazione-Changes2020-06-18T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
L’occasione di un bilancio Welfare New Deal<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20new%20deal%20covid.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-italia-bilancio-covidL’occasione di un bilancio Welfare New DealIl virus dà l’opportunità di cambiare la spesa pubblica guardando al lungo periodo. L’analisi di Veronica De Romanis, Docente di Politica Economica Europea, protagonista di un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House – Ambrosetti.Redazione-Changes2020-06-08T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Welfare Aziendale: l'analisi dell'impatto sociale<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20aziendale.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-aziendale-(2)Welfare Aziendale: l'analisi dell'impatto socialePerché il Gruppo Unipol ha inserito nella politica di sostenibilità l'impegno a misurare l'impatto del programma messo in atto. Sabina-Tarozzi2020-05-26T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Sanità: perché il virus è un’occasione per il sistema<img alt="" src="/PublishingImages/coronavirus%20welfare.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/coronavirus-welfareSanità: perché il virus è un’occasione per il sistemaIl sistema sanitario italiano ha subito uno stress test. Per Walter Ricciardi, rappresentante italiano OMS, protagonista di un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House - Ambrosetti, è il momento di una riforma.Redazione-Changes2020-05-19T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

 

 

Ora è tempo di smart mobility<img alt="" src="/PublishingImages/covid%20smart%20mobility.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/covid-smart-mobilityOra è tempo di smart mobilityLe conseguenze della pandemia impongono un ripensamento delle città, della vita e del lavoro delle persone che non può non avere un impatto sui mezzi di trasporto. Per risolvere le criticità servirà affidarsi alle nuove tecnologie.Rosario-Murgida2020-06-17T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Serve un welfare di comunità<img alt="" src="/PublishingImages/welfare%20webinar%20cimbri.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/welfare-cimbriServe un welfare di comunitàAlleanza tra pubblico, privato e no profit per creare un sistema incisivo. Carlo Cimbri, CEO Gruppo Unipol, e Giuseppe Guzzetti, già Presidente Fondazione Cariplo ne parlano a un incontro del Think Tank “Welfare Italia” e The European House–Ambrosetti.Redazione-Changes2020-06-18T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it
Il digitale fa ancora paura<img alt="" src="/PublishingImages/paure%20digitali.jpg" style="BORDER:0px solid;" />https://changes.unipol.it/paure-digitaliIl digitale fa ancora pauraUn italiano su due crede che le informazioni memorizzate sui propri dispositivi digitali non siano al sicuro. I dati dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza Demos&Pi-Fondazione Unipolis presentati a Data Vision & Data Value organizzato da Gruppo Unipol.Redazione-Changes2020-06-24T22:00:00Zhttps://changes.unipol.it

SEGUI GRUPPO UNIPOL
TAG CLOUD